L’Amministrazione comunale di Barletta rende omaggio a tutti i caduti sul lavoro, in patria e all’estero, in occasione della “Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”.

La ricorrenza odierna, istituita dal Presidente della Repubblica nel 2001 in memoria della tragedia di Marcinelle, richiama i valori contenuti nell’articolo 1 della Costituzione che recita: “l’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro”.  Si intende così ricordare, insieme ai 262 minatori (di cui 136 connazionali) che persero la vita nell’incendio della miniera del “Bois du Cazier” l’8 agosto del 1956, in Belgio, anche l’attuale, drammatica realtà delle “morti bianche”. Alto il numero di lavoratrici e lavoratori che nel mondo hanno offerto e offrono il proprio contributo al progresso socio/economico sottostando a precarie condizioni di sicurezza.

<<La giornata odierna – afferma il sindaco di Barletta Cosimo Cannito – insieme ai sentimenti di solidarietà rivolti dall’Ente che rappresento alle famiglie dei caduti sul lavoro, deve indurre alla riflessione affinché siano sempre e ovunque adottate tutte le misure necessarie, previste dalla Legge, per garantite la tutela e la dignità dei lavoratori>>.