Proseguono gli appuntamenti della Rassegna ApuliaSuona, un concentrato di eccellenze musicali che si sono esibite presso l’Auditorium GOS di Barletta, trasportando il pubblico in un vero e proprio itinerario musicale. Si continua sabato 20 novembre, presso il GOS in viale Marconi 49, con porta alle 18 e inizio alle 18.30, con il concerto Flute, Electric Piano & Electronics – tra musica contemporanea e pop.

Di scena, Pierfrancesco Bini (pianoforte elettrico), Pietro Doronzo (flauto), Nicola Monopoli (elettronica) e Feliciano Chiriaco (assistente all’elettronica), in un repertorio eclettico e innovativo, che vanta addirittura cinque prime assolute (Tre frammenti, per flauto, pianoforte elettrico ed elettronica, …osservare tra frondi…, per flauto e pianoforte elettrico, Extravagant PopModern Fantasy e Mother Mother Medley, per flauto e pianoforte elettrico e Micromondo_D, per flauto, pianoforte elettrico ed elettronica). Prevista anche l’esecuzione del brano vincitore del 31° Concorso Internazionale “Città di Barletta” – Sez. Composizione: Il culto del dio Fujin, per flauto solo.

Non solo innovazione, ma anche molta attualità trasuderà dalle note dei giovani artisti. Il progetto nasce infatti in seno a una sperimentazione musicale che ha trovato la propria genesi durante la pandemia da Covid-19, quando l’estro, forzatamente incatenato, si è dimenato per liberare la propria potenza.

Una concertazione e un confronto continui, quelli tra Nicola Monopoli, Pietro Doronzo e Pierfrancesco Bini, che hanno cercato di creare una continuità tra la formazione classica (flauto e pianoforte) e l’elemento contemporaneo (elettronica e opere di artisti tuttora in vita). Il viatico dell’innovazione dipende dai contenuti del programma: a composizioni contemporanee verrà affiancato l’elemento jazz, pop e rock, linguaggi musicali del’900 e/o del tutto contemporanei. Pietro Doronzo e Pierfrancesco Bini si sono anche adoperati nell’elaborazione e stesura di due arrangiamenti affascinanti e sperimentali, inserendo e accostando, all’interno di un brano alcune delle più celebri melodie del repertorio classico a tanghi, brani rock e pop famosi. La particolarità è data dalla presenza dell’elettronica, grande scoperta del Novecento musicale, che fungerà da accompagnamento ai due strumenti, modificherà ed elaborerà i suoni “naturali”, trasformandoli o generandone di nuovi. Di tutto rispetto i curricula dei protagonisti del concerto.

Pietro Doronzo, flautista, si diploma presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia sotto la guida del M° Antonio Amenduni. Presso lo stesso consegue il Biennio Specialistico di II Livello in Musica da Camera, l’Abilitazione per l’insegnamento dello Strumento Musicale nella Scuola Secondaria di I grado (TFA), il Biennio di II Livello in Didattica della Musica. Consegue il Diploma del Corso Triennale di Perfezionamento in Flauto presso l’Accademia Italiana del Flauto – Roma (AIF). Perfeziona i suoi studi flautistici con maestri di chiara fama: Antonio Amenduni, Andrea Oliva, Davide Formisano, Andrea Manco, Michele Marasco, Christina Fassbender. In qualità di flautista ha collaborato con diverse orchestre, dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Foggia all’Italian Philarmonic Orchestra, dalla “Soundiff Orchestra” all’Orchestra Filarmonica Pugliese fino all’Ensemble da camera “Euphonike”. Attualmente è docente di Flauto Traverso presso la Scuola Sec. di I grado “G. Pascoli” di Bari.

Nicola Monopoli, classe ’91, ha conseguito il Diploma Accademico di I livello in Musica e Nuove Tecnologie col massimo dei voti, lode e menzione speciale, il Diploma Accademico di II livello in Musica Elettronica con il massimo dei voti e lode e il Diploma Ordinamentale di Composizione col massimo dei voti presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Ha studiato con importanti compositori della scena musicale contemporanea ed elettroacustica tra cui Jonathan Cole, Michael Oliva, Riccardo Santoboni, Francesco Scagliola, Haris Kittos, Matteo Franceschini, Massimo Carlentini, Francesco Maria Paradiso, Michele Maiellari e Gilbert Nouno. È stato il primo compositore in assoluto a conseguire l’Artist Diploma in Composition presso il Royal College of Music di Londra supportato dal Clifton Parker Award e da una borsa di studio dell’associazione Giovani Artisti Italiani, Progetto DE.MO/Movin’up (partner del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali); attualmente insegna Composizione Musicale Elettroacustica presso il Conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza.

 

Pierfrancesco Bini nasce a Erice in Sicilia nel 2003, e inizia lo studio del pianoforte all’età di 5 anni sotto la guida del padre Giancarlo, e nel 2010, trasferitosi dalla Sicilia alla Puglia, è ammesso al conservatorio di musica “N. Piccinni” di Bari, dove intraprende lo studio del pianoforte con la prof.ssa Rosanna Gisotti. Nell’anno accademico 2020 si diploma con 10 e Lode con Menzione d’Onore sotto la guida del Maestro Francesco Monopoli presso il conservatorio “U. Giordano” di Foggia. Vincitore di vari concorsi pianistici nazionali e internazionali (Eratai, Mirabello in Musica, Premio “Musica Italia”, Euterpe), è stato insignito di vari premi speciali con il “Premio Virtuosità” ed il premio “Rotary International”. Ha partecipato a festival rassegne musicali con seguendo sempre un grande consenso di pubblico.

Per info e prenotazioni 3925107522. Biglietto posto unico 2 euro. Si accede con green Pass.