Torna puntuale, anche quest’anno, il Presepe di Paolo Vitali; una piacevole consuetudine, che ci offre spunti di riflessione, come solito nelle opere dell’artista barlettano di adozione. Quest’anno è una raffigurazione molto particolare, che adopera colori ricavati da terre naturali, stemperati con acqua.

La Natività parte ovviamente con al centro il Bambino, appena nato; protagonista assoluta è la Madonna, rappresentata nell’incontro con altre donne. Dunque, ancora una volta, centralità massima al ruolo femminile, di madre, compagna, sorella. Il professore ha realizzato, in un’immagine aprospettica, un trionfo di simboli che raccontano l’intera esperienza divina della vita che è appena nata. Maria è rappresentata nella sua umanità, quasi confortata per il parto che ha appena affrontato. Le altre donne desiderano condividere con lei questo importante momento di felicità. L’artista è in qualche modo testimone della gioia che si sta vivendo, auto-rappresentandosi in un bambino al centro del gruppo femminile. Nell’angolo anche la simbologia legata a San Giovanni bambino, che regala un cardellino al nascituro.

Tanti i dettagli simbolici da leggere nell’opera, raccontata dallo stesso Vitali nel video incorporato qui di seguito (mentre l’opera esposta sarà possibile visionarla durante queste festività presso l’ingresso di Palazzo Della Marra). Grande impegno e originalità nell’affrontare la dolcezza del momento raffigurato. Il consueto augurio di Buon Natale alla città di Barletta, invocando amicizia, solidarietà e accoglienza.

[dgv_vimeo_video id=”658673447″]