Fissata a domani pomeriggio alle ore 15 la cerimonia di proclamazione per il titolo di ”Capitale italiana del libro 2022”. La giuria, presieduta dal presidente Marino Sinibaldi, comunicherà, alla presenza del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, il nome della città a cui sarà assegnato il prestigioso riconoscimento per l’anno corrente. Barletta, tra le otto finaliste, ha esposto lo scorso venerdì il progetto in videocall, alla presenza del commissario prefettizio, Francesco Alecci e dalla Dirigente del Settore Comunale Beni e Servizi Culturali, Santa Scommegna.

Scommegna, al pari dell’eassessore Oronzo Cilli e al folto gruppo di volontari e professionisti, è stata in prima linea per la candidatura della ”Città della Disfida”, motivata con la voglia di dare alla città quel senso di riscatto e rilancio, che ben si sposano con la cultura e, nello specifico, con la lettura. Dopo la comunicazione dell’accesso in finale(4 febbraio ndr) e l’incontro di venerdì 11 febbraio, ultimo step fissato a domani alle ore 15 dunque. A contendersi il titolo con Barletta saranno, Rovigo per il Veneto, Ivrea per il Piemonte, Pordenone per il Friuli- Venezia Giulia, Nola per la Campania, Pistoia per la Toscana, Pescara per l’Abruzzo e Aliano per la Basilicata. La premiazione sarà in diretta sul canale Youtube del Ministero della Cultura.

A cura di Giacomo Colaprice