«È un momento – si legge in una nota del Direttivo Bar.S.A. – di particolare concitazione per l’intera Bar.S.A. S.p.A. a fronte degli ultimi accadimenti. Nonostante non si sia mai arrestata la puntuale azione dell’amministratore unico avv. Michele Cianci, che ha continuato ad esercitare la sua attività nonostante le limitazioni, senza derogare alcun compito e senza che nessun dirigente o componente lo staff abbia a soffrire di un qualsiasi “vuoto” amministrativo, tutto la dirigenza e lo staff direttivo vuole palesemente ringraziare l’amministratore Cianci per la sua profonda abnegazione.
In un momento sicuramente difficile per tanti versi che però non ha inciso minimamente in alcun tipo di decisione o in qualsiasi operato di Bar.S.A. S.p.A., la dirigenza e tutto lo staff direttivo esprimono vicinanza al buon Michele Cianci, lodandone – se mai ve ne fosse bisogno – l’indefessa attività anche in questi ultimi giorni, nonché il rigore e la passione che non ha mai fatto mancare sia nelle decisioni amministrative sia nelle più consuete attività, svolte con la consueta umanità.
Non dimentichiamo infine tutte le battaglie sostenute dall’amministratore Cianci a totale vantaggio di Bar.S.A. S.p.A. e della cittadinanza di Barletta, a cui l’integrale attivo di Bar.S.A. è stato restituito, e di tanto ringraziamo.
Certi della totale estraneità dei fatti gravissimi contestati e che tutto verrà chiarito al più presto nonché che si tratti di un provvedimento più che temporaneo, e in pieno accordo con la Magistratura, la nostra fiducia in lui – conclude la nota – deve essere intesa come la più netta e limpida possibile».