“Come gruppo di Coalizione Civica, a seguito dell’ennesimo evento negativo registratosi in piazza Sant’Antonio – questo è il comunicato dei  consiglieri comunali Carmine Doronzo e Michela Diviccaro di Coalizione Civica – esprimiamo profonda preoccupazione e indignazione per lo stato di degrado delle aree giochi della nostra città.

Negli ultimi mesi, abbiamo ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadine e cittadini riguardo le condizioni critiche di questi spazi pubblici e fondamentali per il benessere e lo sviluppo delle nostre bambine e dei nostri bambini. Pochissimi gli spazi fruibili e funzionanti. In stato di degrado e incuria i pochi fruibili.

Il primo e più urgente problema riguarda, infatti, la sicurezza e la pulizia delle giostre: molte strutture sono danneggiate, arrugginite e pericolose. Le superfici sono spesso ricoperte da rifiuti abbandonati e, in alcuni casi, addirittura, da vetri rotti. Durante i mesi estivi, poi, le aree giochi diventano quasi inutilizzabili a causa della mancanza di ombra e di erba attorno alle strutture. Gli spazi privi di vegetazione si trasformano in vere e proprie isole di calore rendendo impossibile- per bambine, bambini e adulti – usufruirne nelle ore più calde. È il caso, ad esempio, delle giostre presenti al Parco dell’Umanità e non solo. È inaccettabile che in una città come Barletta, con estati molto calde, non siano stati presi provvedimenti per garantire la fruibilità delle aree giochi anche durante i mesi estivi.

Questo non solo priva le nostre figlie e i nostri figli di momenti essenziali di gioco e socializzazione, ma influisce negativamente sulla qualità della vita delle famiglie. Gli spazi verdi e le aree giochi sono fondamentali per la salute psicofisica di bambine e bambini e rappresentano un luogo di incontro e socializzazione per le persone adulte.
Chiediamo con forza al Sindaco e alla giunta di attivarsi, anche con un intervento continuativo di Bar.S.a, per intervenire tempestivamente nella risoluzione di queste problematiche. È necessario un piano di manutenzione ordinaria per garantire la sicurezza e la pulizia delle giostre, così come l’installazione di strutture ombreggianti e la piantumazione di erba e alberi intorno alle aree giochi.

Abbiamo bisogno di più aree verdi e aree gioco per far crescere le attuali e future nuove generazioni lontane da cemento e inquinamento. Non possiamo permettere che l’infanzia venga compromessa da negligenza e indifferenza. Oggi Barletta non è una città a misura di bambine/i e se l’amministrazione comunale non interverrà rapidamente per correre ai ripari, sarà la sola responsabile nei confronti della crescita delle future generazioni”.