Porti, anche Barletta nel mirino degli Emirati Arabi

Porti, anche Barletta nel mirino degli Emirati Arabi

Parola del presidente dell’AdSP MAM Ugo Patroni Griffi

“I riscontri ottenuti al Seatrade Cruise Global, la piu’ prestigiosa vetrina internazionale del settore crocieristico sono stati eccellenti. L’offerta che abbiamo presentato e illustrato ai maggiori operatori del settore, giornalisti specializzati e tour operator in una serie di incontri B2B, workshop, conferenze che abbiamo meticolosamente e strategicamente pianificato, e’ stata apprezzata oltre le piu’ rosee aspettative. Sono convinto che molto presto raccoglieremo i frutti del nostro lavoro”. Cosi’ il presidente dell’AdSP MAM (Autorita’ di sistema portuale del mare Adriatico Meridionale), Ugo Patroni Griffi, facendo un bilancio, al termine della missione a Dubai, degli eventi in cui i porti del sistema hanno giocato un ruolo da protagonista.

“Abbiamo illustrato – ha chiarito – le nuove opere di infrastrutturazione realizzate o in fase di realizzazione nei porti di Bari e di Brindisi con l’obiettivo di renderli piu’ appetibili, accoglienti e funzionali; ma non solo. Abbiamo proposto – e in taluni casi ci hanno richiesto – quali destinazioni per i maxi yacht e per le piccole crociere lusso i porti di Monopoli, Barletta e Manfredonia, per i quali contiamo di ricevere riscontri importanti“. Il padiglione Italia e’ stato coordinato da Assoporti e Puglia Promozione ha fornito supporto istituzionale, in particolare con la realizzazione di un nuovo video promozionale dei porti pugliesi che e’ stato proiettato nel corso di una serata evento organizzata con Enit e Regione Puglia. All’edizione 2019 del Seatrade si sono registrati oltre 11.000 partecipanti, 70 compagnie, 700 espositori; 130 le nazioni rappresentate. Dopo Miami, il presidente dell’Ente e’ volato a Dubai per partecipare ad una missione governativa, patrocinata dall’Ambasciata d’Italia, dedicata alla presentazione delle Zone Economiche Speciali. L’evento, al quale ha preso parte anche il ministro per lo Sviluppo Economico Luigi Di Maio, ha avuto l’obiettivo di presentare e valorizzare le grandi opportunita’ per investimenti esteri nell’ambito di infrastrutture, logistica, energia, Ict, economia circolare, industria manifatturiera e servizi che le Zes offrono alle imprese, grazie al regime fiscale agevolato e alle semplificazioni amministrative previste.