Il periodo di isolamento “forzato”, reso necessario a causa dell’emergenza Coronavirus, si può dire abbia fatto sfoggiare le fantasie più disparate: cuochi novelli ai fornelli, repertori musicali, outfit casalinghi da passerella, chiacchierate in video chat con i propri amici. Si è riscoperto il gusto per quelle piccole cose a cui la frenesia quotidiana ci aveva disabituato. Ma non solo: ha stuzzicato l’ingegno dei più giovani. È quello che hanno dimostrato due ragazze, la barlettana Elvira e la foggiana Francesca, residenti a Bari per motivi di lavoro. Le due giovani hanno trovato un modo personalizzato per godere di queste soleggiate giornate di metà marzo durante il periodo di isolamento: munite di ombrellone, libro alla mano e occhiali da sole, hanno “simulato” una vera e propria prima domenica al mare. È quanto è stato riportato in un post sulla pagina Inchiostro di Puglia, un importante messaggio di speranza e incoraggiamento ai propri connazionali, data la difficoltosa situazione in cui tutta l’Italia purtroppo riversa. “In mancanza del mare abbiamo provveduto all’uso nostro, perché noi pugliesi il mare lo abbiamo dentro. Sperando che presto potremo rivederlo sul serio, vogliamo nel frattempo strappare un sorriso in questo momento di difficoltà per tutti noi italiani”: queste le parole delle due ragazze, a cui tutti noi ci accodiamo con grande speranza.