Serviranno a potenziare il controllo del territorio grazie a sistemi di videosorveglianza collegati alle centrali operative delle forze di polizia e alla vigilanza privata e per chi installerà impianti di videosorveglianza, i comuni dovranno prevedere agevolazioni fiscali. Fra le previsioni vi è quella dell’applicazione del Daspo urbano, il potenziamento della pubblica illuminazione e grande sinergia fra le forze dell’ordine che operano sui territori.

Sono solo alcuni dei provvedimenti previsti nei Patti per la sicurezza urbana, siglati questa mattina in prefettura dai sindaci dei comuni di Barletta, Bisceglie e Trani e dal prefetto Maurizio Valiante. La stipula è avvenuta alla presenza del vice ministro dell’interno Vito Crimi e, fra gli altri, del presidente della provincia Bernardo Lodispoto, dei rappresentanti delle forze dell’ordine, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, Agenzia delle Entrate della provincia, Direzione Generale della Asl Bt, Camera di Commercio di Bari, associazioni di categoria e il Capo Centro Operativo della Direzione Investigativa Antimafia di Bari.

Fondamentale è il ruolo della polizia locale sia nell’azione di prevenzione sia di contrasto ai fenomeni di illegalità, di controllo amministrativo e di contrasto alle violazioni al codice della strada, mentre particolare attenzione sarà prestata da apposite task force al lavoro nero e alle condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro in edilizia e agricoltura. “Questo è un Patto al quale daremo corso assumendoci impegni come amministrazione che saranno adempiuti anche con l’apporto di fondi pubblici, comunali”, ha detto il sindaco Cosimo Cannito.

“È doveroso collaborare con le forze dell’ordine e ho, personalmente, un grande senso dello Stato e delle istituzioni – ha aggiunto il primo cittadino – per cui tutto quanto sarà utile e necessario per contrastare l’illegalità e la criminalità deve essere fatto. Realizzeremo questo patto fino in fondo”. Il sindaco Cannito, inoltre, ha colto l’occasione della presenza del vice ministro Crimi per invitarlo a prendere parte alla inaugurazione, prossima, del polo della legalità, presso l’ex pretura, che ospiterà anche il Comando della Polizia Locale.