“Quello che è successo è qualcosa di davvero increscioso ed incredibile ma non possiamo fermarci. Uno degli insegnamenti di Pietro Mennea è stato quello di affrontare le difficoltà con coraggio e noi lo faremo, la festa si farà anche senza pista”. Eusebio Haliti e Veronica Inglese, organizzatore e madrina del Mennea Day 2020, non ci stanno e nonostante lo sconforto intendono onorare al meglio il campione più grande dell’atletica e dello sport italiano. Nella scorsa notte il mezzo sul quale era custodita la pista di plastica da allestire su corso Vittorio Emanuele è stato rubato a Bisceglie ma questo non impedirà lo svolgimento della manifestazione.

“Il 12 settembre 1979 – proseguono Haliti e Inglese – poco dopo aver realizzato il record rimarcò il suo essere un ragazzo di Barletta, un ragazzo formatosi senza pista correndo sulla strada. Da questo ripartiremo stasera, i ragazzi correranno su una pista ideale che allestiremo sull’asfalto muovendo i primi passi proprio sulla stessa strada da cui è partito Pietro, sarà un modo per onorare il suo ricordo in maniera ancor più suggestiva”.

“Il rammarico e la tristezza sono grandissimi – concludono gli organizzatori – ma stasera ci saremo e faremo di tutto per celebrare una grande festa dello sport nel segno di Pietro, vi aspettiamo!”