La nomina ad assessore con deleghe di Cilli, dipendente del Patto territoriale con deleghe a turismo, politiche giovanili e comunitarie, smart city e innovazione tecnologica, costa l’esclusione dalla lista civica Forza Barletta alla consigliera comunale Stella Mele (Fratelli d’Italia), in maggioranza consiliare con la lista di Giuseppe Losappio, ispirata da Forza Italia, partito che oggi presenta due liste – Scelta popolare e Progresso – senza assessori. Questo il provvedimento di esclusione dalla lista e dal gruppo consiliare della Mele: «In data 22 ottobre 2020 – scrivono in una nota il segretario di Forza Barletta, Giovanni Ceto, e il capogruppo consiliare Losappio – avendo appreso la notizia della nomina di un assessore in capo alla nostra lista Forza Barletta su indicazione della consigliera comunale Stella Mele, corre l’obbligo di chiarire che detta nomina è frutto esclusivamente di una indicazione personale della predetta consigliera, non condivisa in alcun modo con la segreteria cittadina, il capogruppo consiliare e con tutti i candidati della lista. Pertanto la nomina dell’assessore non appartiene alla lista “Forza Barletta” ed in conseguenza formalizziamo l’esclusione della consigliera Mele dalla lista e dal gruppo consiliare».