È stata stilata la classifica delle province italiane per la “qualità della vita 2021” di ItaliaOggi, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma e Cattolica Assicurazioni, mostrando non confortanti risultati per tutte le province del Mezzogiorno d’Italia. La provincia in cima alla classifica è quella di Parma, seguita da Trento e Bolzano.

La maglia nera per l’ultimo posto va alla provincia calabrese di Crotone, preceduta da Napoli e dalla pugliese Foggia. La provincia di Barletta-Andria-Trani si piazza al 97º posto su 107 per la 23ª edizione di questa iniziativa. La nostra provincia, sebbene ancora in una posizione ancora in fondo alla classifica, guadagna una posizione rispetto a quella dell’anno scorso. La BAT però è inoltre in fondo alla classifica per il sistema salute, uno dei criteri per il calcolo della posizione nella classifica generale.

Taranto è al 103° posto (tra l’altro è la provincia che in assoluto perde più posizioni rispetto al 94º posto dello scorso anno) a causa soprattutto del brutto dato valutativo sull’Ambiente, Brindisi è al 90° posto, e poco più su in classifica Bari all’86°, di uno sopra la provincia di Lecce. I ricercatori sottolineano come nell’emergenza dovuta alla pandemia del covid-19, sono le grandi aree urbane del centro-nord ad aver mostrato una maggiore resilienza.

criteri per stilare questa classifica sono nove: affari e lavoro; ambiente, disagio sociale e personale, istruzione-formazione e capitale umano, popolazione, reddito e ricchezza, sicurezza, sistema salute e tempo libero.