A cura di Viviana Damore

Michele Placido ha anticipato in conferenza stampa in Sala Giunta alcuni dettagli della prossima stagione teatrale 2016/2017 del Teatro Curci di Barletta. Tra i grandi attori che prenderanno parte al progetto artistico per il Teatro Pubblico Pugliese, Michele Placido stesso, Ambra Angiolini, Francesco Scianna, Virginia Raffaele, Alessandro Haber, Lucrezia Lante della Rovere, Serena Autieri, Anna Foglietta e Alessandro Gassmann. Ricco il cartellone di teatro offerto al pubblico del Curci, con cinque prestigiosi appuntamenti che tracciano la storia del cartellone 2016/2017 in cui, grazie alla presenza di spettacoli di respiro nazionale, il teatro di Barletta sarà confermato come uno dei palcoscenici pugliesi più importanti.

«Non guardo mai al passato, mi viene naturale vivere sempre il presente, senza pensare agli anni ed al tempo che passa. Questo grazie a dio è sempre stato il mio modo di operare. La nuova stagione teatrale sarà ricca di grandi firme, con Alessandro Gassmann, con attori come Ambra Angiolini e Francesco Scianna che saranno protagonisti della commedia da me diretta ed intitolata “Tradimenti”, “Il padre” con l’interpretazione di Alessandro Haber o “Vacanze romane” interpretato da Serena Autieri sono solo alcuni degli spettacoli in programma. Credo che il pubblico già con queste piccole anticipazioni possa avere una bella scelta tra drammaturgia e commedia» ha annunciato l’attore in conferenza stampa.

«Da ragazzino mi portava qui mio padre a mangiare il pesce e a vedere la città della famosa Disfida. Sicuramente Barletta è la città che più esprime nel territorio l’importanza di un tenore culturale elevato – ha proseguito Michele Placido – forse perché i posti di mare rispetto a quelli dell’entroterra sono sempre stati più ricchi culturalmente. Sin da bambino ricordo Barletta come l’avamposto della cultura pugliese.

«Barletta ancora una volta arricchisce il panorama culturale della nostra regione – ha dichiarato il sindaco Pasquale Cascella – questa sera abbiamo uno spettacolo sotto le stelle come omaggio agli abbonati, agli appassionati ed a tutti i cittadini barlettani.»