Controlli antidroga, cinque arresti nelle piazze di spaccio di Barletta

Marijuana e hashish tra i giovani

Continuano in maniera serrata i controlli antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Barletta posti in essere al fine di debellare il fenomeno delle cosiddette “piazze di spaccio”. Dopo l’operazione antimafia Nabucodonosor  di pochi giorni fa, l’attenzione dei Carabinieri si è spostata sulla manovalanza giovanissima reclutata dalla criminalità per lo spaccio al dettaglio. A conclusione di questi mirati servizi antidroga i Carabinieri hanno tratto in arresto, in distinte operazioni, cinque pusher del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Si tratta di giovanissimi tutti di Barletta dai 19 ai 25 anni di età.

Il primo arresto è avvenuto nei pressi della cattedrale dove i Carabinieri attenzionavano da tempo un continuo andirivieni sospetto di giovani e riuscivano a notare la presenza tra di essi di un ragazzo 23enne a loro noto e al momento sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p.s. I militari decidevano di intervenire bloccando il pregiudicato con non poca difficoltà, trovandogli addosso negli indumenti sette bustine di plastica contenenti marjuana già destinate alla vendita, e la somma di euro 145 provento dell’illecita attività di spaccio. Il ragazzo, su disposizione della competente A.G., veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Il secondo arresto scaturiva anch’esso da un mirato servizio di osservazione e pedinamento nei confronti di un 19enne sottoposto all’obbligo di dimora. Il predetto veniva sottoposto ad una accurata perquisizione domiciliare ed in un box  di cui aveva la disponibilità. L’intuizione dei militari risultava giusta in quanto all’interno del citato garage venivano ritrovate 214 bustine di plastica contenenti marijuana destinate allo spaccio per un peso complessivo di grammi 160. Il ragazzo, su ordine dell’A.G.,  veniva condotto presso la Casa Circondariale di Trani.

Il terzo arresto è di un altro ragazzo 25enne con precedenti specifici bloccato in sella ad una bicicletta. La perquisizione personale permetteva di trovare occultate all’interno degli indumenti 17 stecchette di stupefacente del tipo hashish del peso di grammi 17. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire,  all’interno di una busta in plastica, altro stupefacente del tipo hashish per altri 17 grammi e una trentina di involucri in plastica contenenti marijuana del peso complessivo di grammi 50 circa oltre ad un bilancino di precisione.  Il ragazzo, su ordine dell’A.G.,  veniva sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Gli ultimi due arresti riguardano due 21enni che da tempo erano tenuti sotto controllo dai Carabinieri. Al momento ritenuto più opportuno sono scattate le perquisizioni  domiciliari nel corso delle quali venivano rinvenute,  a casa del primo ragazzo, 48 bustine in plastica trasparenti contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana e 2 buste di sostanza ancora da dividere per un peso complessivo di grammi 180 circa, nr. 22 stecchette di sostanza stupefacente del tipo hashish per 120 grammi complessivi, materiale per  confezionamento ed 1 bilancino di precisione. Nella concomitante perquisizione domiciliare a carico del secondo 21enne venivano rinvenuti  materiale per il confezionamento e nr. 8 bustine in plastica trasparenti contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana . Su ordine dell’A.G., per il primo giovane si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Trani, mentre il secondo è finito agli arresti domiciliari.