In seguito alla caduta dell’Amministrazione di Andria, guidata dal sindaco Nicola Giorgino che peraltro ricopriva il ruolo di presidente della Provincia BAT, sono decaduti dal ruolo di consiglieri provinciali gli eletti andriesi; proprio perché non più consiglieri comunali, visto che, come noto, si ricorre ad un’elezione di secondo livello con liste formate dai consiglieri comunali delle diverse città della provincia.

Questo farà necessariamente scorrere i nominativi dei non eletti nella tornata del 31 ottobre scorso. Per quanto riguarda Barletta subentrerà, anche se ad ora nulla è ufficiale, la consigliera del Partito Democratico Rosa Casella, subentrando a Lorenzo Marchiorossi e Giovanna Bruno. Così per la Città della Disfida diventano due le rappresentanze tra i 12 del Consiglio provinciale, oltre a Luigi Antonucci già eletto nelle file di centrodestra. Ricordiamo che i tempi scanditi dalla legge prevedono l’esclusione di rappresentanze di Andria fino alle nuove elezioni di secondo livello del 2020, lo stesso Giorgino verrà sostituito da un Vice dal momento in cui verrà ufficializzata la sua decadenza da sindaco di Andria.