Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Raffaele Iozzino, Franco Zizzo, Giulio Rivera sono gli uomini della scorta del presidente della Democrazia Cristiana, Aldo Moro, uccisi durante l’agguato di via Fani di 42 anni fa. Il 16 marzo del 1978 si compì tale strage per rapire Moro in una via della Capitale dalle BR (solo?). Quest’anno l’anniversario è reso estremamente particolare dalle circostanze, a causa del coronavirus. Tuttavia, continuando a perseguire il nostro percorso “Io resto a casa con la cultura”, riteniamo utile condividere una registrazione originale delle parole (del 28 febbraio 1978) dello statista di Maglie, concessaci dall’on. Gero Grassi, già componente della II Commissione parlamentare sul caso Moro. Il breve video è un’esortazione che troviamo assolutamente calzante per il momento difficile che stiamo vivendo, in cui le parole chiave sono le stesse di oggi: fiducia, coraggio, responsabilità.

Inoltre, per approfondire il triste momento della storia repubblicana per cui sono trascorsi 42 anni, riproponiamo l’intervista che abbiamo realizzato poco più di un anno fa allo stesso Grassi, giunto presso il liceo scientifico “Carlo Cafiero” per incontrare gli studenti e parlare proprio della lezione umana e politica del presidente pugliese.