Con le strutture sanitarie in affanno, a causa dell’impennata dei ricoveri, la guerra al Coronavirus si combatte anche fuori dalle corsie. È il caso di Barletta, dove è ormai quasi pronto l’ospedale da campo della Marina Militare allestito nell’area di parcheggio del “Dimiccoli”: una postazione medica avanzata, messa su dal Battaglione San Marco, composta da 10 tende, nelle quali troveranno spazio 40 posti letto Covid, che alleggeriranno il lavoro del Pronto Soccorso. Ormai prossimo alla sua attivazione, l’ospedale da campo, questo pomeriggio, è stato oggetto di un sopralluogo da parte del Ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, impegnato in serata anche in un incontro in Prefettura con i sindaci della sesta provincia. A fare gli onori di casa il direttore generale della Asl Bat, Alessandro Delle Donne.  Quello di Barletta è al momento il primo ospedale da campo presente in Puglia, che è a sua volta una delle 14 regioni italiane dove sono state allestite queste postazioni mediche militari per far fronte all’emergenza sanitaria in questa seconda fase della pandemia, diversa (numeri alla mano) da quella della scorsa primavera. Ad accompagnare il ministro Boccia nel suo sopralluogo al campo militare, il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Il servizio.