Il Municipio di Barletta rende noto che tra le maggiori novità delle Linee Guida AgID su formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici, che entreranno pienamente in vigore a partire dal prossimo Gennaio, c’è l’obbligo per i servizi di protocollazione di dotarsi di sigillo elettronico (sostanzialmente è equivalente ad una firma elettronica qualificata, con la differenza che non afferisce ad una persona fisica, bensì ad una persona giuridica).

Con l’acquisto del sigillo elettronico qualificato, avvenuto con atto dirigenziale n. 1762 del 25 Ottobre 2021 della Responsabile Transizione Digitale del Comune di Barletta Dott.ssa Rosa Di Palma e con la sottoscrizione del modulo di richiesta di attivazione firmato dal Commissario Straordinario Dott. Francesco Alecci avvenuta in data 29 Dicembre 2021, il Comune assicura la conformità all’obbligo per i servizi di protocollazione di dotarsi di sigillo elettronico per tutta la corrispondenza in partenza a partire dal 1° Gennaio 2022.

Se si pensa agli antenati ‘analogici’ di questi strumenti, evochiamo antiche pergamene medievali con sigilli in cera. Ma, a ben riflettere, anche quei sigilli avevano due funzioni: garantire che nessuno aprisse la lettera durante il trasporto, ‘spezzando’ il sigillo, per falsificare il contenuto ed identificare, mediante lo stemma araldico impresso nel sigillo, la famiglia nobile mittente. Integrità e origine in relazione a una persona giuridica, quindi.