Barletta si appresta a celebrare il 77°anniversario della Liberazione nazionale.

Nella giornata che intende richiamare l’importanza dei valori Costituzionali di pace e libertà, l’Amministrazione comunale ha previsto un programma di manifestazioni che, interpretando sentimenti collettivi, manterranno vivo il ricordo della partecipazione alla Resistenza e alla Liberazione nazionale del locale Presidio e dei cittadini di Barletta, il cui sacrificio è stato riconosciuto con le Medaglie d’Oro al Valor Militare e al Merito Civile.

Lunedì 25 Aprile, alle ore 10 nei pressi del Rivellino del Castello, le Autorità e le Associazioni combattentistiche e d’arma si raccoglieranno nella liturgia della parola, pronunciata dall’Arcivescovo Mons. Leonardo D’Ascenzo, prima di rendere gli onori alle lapidi che ricordano il contributo del Presidio militare nel 1943.

Successivamente un corteo, attraversando i Giardini Fratelli Cervi e i corsi Cavour, Garibaldi e Vittorio Emanuele farà una prima tappa a Palazzo di Città, dove saranno deposte corone alle lapidi che ricordano le vittime barlettane della guerra di Liberazione, quindi muoverà verso Corso Vittorio Emanuele, Via Consalvo da Cordova, Piazza Aldo Moro e Via Baccarini per confluire nei Giardini De Nittis. Qui è prevista la deposizione di corone al busto di Nicola Sernia e al murale dedicato ai fratelli Vitrani, alla cui memoria avverrà anche lo scoprimento di una targa.

Epilogo del programma in piazza Monumento dove saranno resi gli onori ai caduti di tutte le guerre, ai vigili urbani e ai netturbini vittime della rappresaglia nazista del Settembre 1943.