Centrare le periferie, 6 milioni per Barletta. Parla l’assessore Dimatteo

Centrare le periferie, 6 milioni per Barletta. Parla l’assessore Dimatteo

Come utilizzarli? L’assessore ai Lavori Pubblici ci spiega

Un totale di quasi 18 milioni di euro per le tre città capoluogo della Bat, 6 circa per ogni Comune per la realizzazione di diversi interventi che vanno a riqualificare zone più o meno periferiche delle città. Ieri la stipula definitiva a Palazzo Chigi a Roma, siglata dal Presidente del Consiglio dei Ministri di, Paolo Gentiloni, e per il nostro territorio il sindaco di Andria, Nicola Giorgino, primo cittadino del Comune capofila che ha presentato il progetto “Centrare le periferie”. Si tratta di una grande occasione per queste tre città: gli interventi riguardano diverse opere cittadine da completare o da avviare del tutto. Stamattina alla conferenza stampa nella sala Giunta delle Comune di Andria partecipano per la nostra città il Sindaco Cascella, l’Assessore Dimatteo e i dirigenti del Settore. I quasi 6 milioni per la città di Barletta saranno, infatti, utilizzati per diversi progetti, di cui abbiamo chiesto alcune delucidazioni all’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Barletta, Marina Dimatteo.

L'assessore ai Lavori Pubblici Marina Dimatteo
L’assessore ai Lavori Pubblici Marina Dimatteo

Quali sono gli interventi principali di cui beneficerà Barletta, grazie alla vittoria di questo progetto per un bando finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri?

«Innanzitutto, si andrà a completare l’asse attrezzato di Parco dell’Umanità nella 167, con il finanziamento del terzo stralcio del progetto, il secondo è stato già inserito nel Bilancio comunale: l’area di verde attrezzato sarà in continuità con quella già realizzata, con spazi anche dedicati allo sport. Il finanziamento del Comune per lo stralcio A è di 400.000€, l’ultimo stralcio è finanziato dal Ministero per 350.000€. Inoltre, è prevista la riqualificazione energetica di 12 edifici di Edilizia Residenziale Pubblica e dei relativi servizi di via Giacomo Leopardi, Via Leonardo da Vinci e Via Luigi Pirandello, che convoglierà in un’area più grande di verde attrezzato che sorgerà in zona per 380.000€».

Poi ci sono vari interventi nell’area dell’Ex Distilleria…

«Rientra nel finanziamento ministeriale soltanto la Cittadella della Musica Concentrazionaria, per cui hanno presentato il progetto anche l’Istituto di Letteratura Musicale Concentrazionaria e il Maestro Francesco Lotoro, che ne assumeranno anche la gestione, assorbendo di fatto la quasi totalità del finanziamento con circa 4,8 mln €. Invece, l’asse attrezzato “Distilleria – stazione Bari Nord”, sempre nell’area prospiciente l’Ex Distilleria, sarà a finanziamento completo della rete ferroviaria, comunque inserita nel progetto per poter acquisire maggiore punteggio».

Inoltre…

«La riqualificazione di Piazza Plebiscito è finanziata con 300.000€, a cui successivamente dovranno provvedere le casse comunali per completare gli interventi sul basolato della piazza; a completo finanziamento privato, però inserito nel progetto del bando, c’è la “Casa delle Associazioni Sportive” per le attività lungo l’intera costa, che sorgerà nei pressi del Paraticchio, gestita dalle stesse associazioni che forniranno le attrezzature fondamentali per chi vorrà utilizzare la litoranea di Ponente per attività sportive, con spogliatoi e servizi. Questa sarà gestita dalle stesse associazioni proponenti il progetto, al fine di valorizzare l’uso “sportivo” di cui è già teatro principale la Litoranea. L’Amministrazione inoltre ha candidato una serie di altri progetti già previsti, di cui non si aveva certezza sul loro finanziamento».