Rimozione passaggi a livello, sabato 16 febbraio alle 7 l’avvio del cantiere

Rimozione passaggi a livello, sabato 16 febbraio alle 7 l’avvio del cantiere

I lavori andranno avanti per tre anni

I passaggi a livello di via Andria e via Vittorio Veneto sono due ghigliottine per Barletta, la loro rimozione comporterà disagi e sacrifici ma si tratta di un’opera fondamentale per il futuro della città, un’opera che i barlettani aspettano da 30 anni e che non può più essere rinviata”. Lo ha detto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, chiudendo l’ultimo degli incontri con la cittadinanza sulla prossima apertura del cantiere di via Andria per la chiusura dei passaggi a livello e la realizzazione di sottovia.

Il sindaco ha comunicato ai presenti un importante accordo fra Comune e Ferrotramviaria, grazie al quale i cittadini potranno usare i treni della Bari nord per portarsi dalla stazione di Barletta centrale a Barletta scalo, e viceversa, gratuitamente, secondo l’orario di Ferrotramviaria e ha illustrato le altre possibilità per facilitare la viabilità pedonale fra via Callano e via Andria, fra cui la possibile apertura di un passaggio a livello pedonale su via Andria, subito fuori l’area di cantiere. Sarà inoltre garantito un servizio navetta da via Filannino. Cannito ha poi riferito all’assemblea quanto emerso dai questionari somministrati a cura dell’amministrazione comunale nei tre incontri precedenti, da cui si evince sì preoccupazione per i cambiamenti, i disagi e le chiusure che l’opera comporterà, ma anche, da parte della stragrande maggioranza dei cittadini, una grande attesa per il compimento dei lavori con la speranza che si concludano il prima possibile.

E’ quello che tutti noi vogliamo – ha detto il sindaco – e per questo tutte le opere propedeutiche all’inizio dei lavori, per esempio quelle riguardanti i sottoservizi, sono state compiute preliminarmente all’apertura del cantiere, confermata per sabato 16 febbraio alle 7 del mattino”. La ditta delimiterà l’area di cantiere e i passaggi a livello saranno chiusi al traffico pedonale e automobilistico. Apposite ordinanze regoleranno il traffico con interventi volti a garantire i residenti, ridurre il traffico man mano che ci si approssima all’area di cantiere e con alcune modifiche alla viabilità attuale, di cui si allegano planimetrie.  L’augurio è che tutto vada per il meglio – ha concluso il primo cittadino – che i lavori procedano senza intoppi e problemi e si concludano nel tempo dovuto e fra tre anni ci ritroveremo con una città rinata, moderna, sicura e non più ostaggio di quei passaggi a livello”.