Autismo On The Road presentato al FIOF di Orvieto

Autismo On The Road presentato al FIOF di Orvieto

Fabio Cardone e Ruggiero Torre portano il progetto di S.I.V.O.L.A. nel mondo

Il prossimo 6 aprile il Dott. Fabio Cardone e il filmaker Ruggiero Torre presenteranno al FIOF, Fondo Internazionale per la Fotografia – Video e Comunicazione, durante la Convention EyePlus che si terrà ad Orvieto dal 4 al 7 Aprile, l’esclusivo progetto intitolato Autismo On The Road, a cura della Cooperativa Sociale S.I.V.O.L.A.

Un progetto di grande rilevanza che si identifica come la giusta risposta ad un’iniziativa che con grande merito sta portando bambini, giovani e ragazzi con disturbo dello spettro autistico ad alto funzionamento, ad essere protagonisti di esperienze di vita del tutto nuove ed interessanti.

Prima della presentazione al Festival Internazionale di Orvieto, il dottor Fabio Cardone, il 4 aprile, porterà il progetto al Libroscopio di Noicattaro. Il dottor Cardone, laureato in Psicologia Clinica e dello Sviluppo, è psicoterapeuta, da diversi anni collabora con la Cooperativa S.I.V.O.L.A. E.T.S. di Barletta, dove si occupa di ragazzi e adulti autistici ad alto funzionamento e con sindrome di Asperger con interventi di psicoterapia individuale e di gruppo. In co-terapia con una collega si occupa al tempo stesso delle famiglie, mediante interventi di sostegno alla genitorialità, psicoterapia di coppia e psicoterapia familiare. Coordina e conduce le supervisioni d’équipe della Cooperativa con finalità formative, di prevenzione e analisi del burnout e dello stress lavoro-correlato.

Ruggiero Torre è un Filmaker che da anni lavora con diversi professionisti nel campo della comunicazione visiva. Ha realizzato i video per Autismo on the road, seguendo i ragazzi durante i loro viaggi.

In previsione della presentazione del progetto ad Orvieto Ruggiero Torre ha dichiarato: «Descrivere attraverso le immagini una tematica così profonda e delicata non è stato facile. Certo la mia esperienza all’interno del sociale, avendo già realizzato dei cortometraggi nel Centro di Salute Mentale nel Centro Diurno di Barletta e nell’istituto Penitenziario di Trani, in qualche modo mi ha aiutato. Sento che questo mondo mi appartiene ed è questo che mi ha spinto a collaborare con la Cooperativa SIVOLA al progetto Autismo on the road. Mi piace essere sempre dalla parte dei bambini e ragazzi che qualcuno definisce ultimi ma che per noi devo essere i primi. I ragazzi sono splendidi, sono una risorsa per noi, ringrazio la cooperativa per l’opportunità che mi ha dato».