Marcello Veneziani e l’idea nostalgica del Sud: il racconto a Barletta

Lo scrittore, giornalista e filosofo protagonista di Storie, Libri e Cucina in Piazza Marina

Il Sud come uno stato dell’anima, che non è verità né illusione, abita su un altro piano: è ordine nella bellezza. Marcello Veneziani, scrittore, giornalista e filosofo, originario di Bisceglie ma diviso nella vita tra Roma e Talamone, ha raccontato la sua idea di rientro a casa nella cornice di Piazza Marina, a Barletta, Un ritorno alle origini, celebrato nel segno della nostalgia.

Un dialogo, quello di Veneziani sul Meridione, avviato nel 2010 con il volume Sud e proseguito nel 2014 con Ritorno al Sud. Testi in cui l’autore si propone di recuperare la dimensione autentica del mito. L’unica via che il Sud ha per sopravvivere e rilanciarsi.

Strada di casa, calore materno delle origini. Questo è il Sud di Marcello Veneziani, raccontato nel solco della nostalgia. Ma perché i ragazzi fuggono dal Sud? E’ questa la domanda che ha aperto e chiuso un viaggio “civile e sentimentale” scandito in tre tempi, il passato, il presente e il ritorno a casa, e in tre toni, curioso, divertente e malinconico. Una risposta definitiva, almeno al momento, non c’è.

L’incontro con Veneziani ha rappresentato il terzo appuntamento della rassegna letteraria Storie, Libri e Cucina a Piazza Marina. Quarta tappa martedì 16 luglio, alle 21, con il dj e produttore Federico l’Olandese Volante.