Consiglio comunale, Cannito: «In settimana le Linee Programmatiche»

Consiglio comunale, Cannito: «In settimana le Linee Programmatiche»

Approvati solo debiti fuori bilancio, presto monotematico su BAR.S.A.

È tornato a riunirsi ieri, in seduta pomeridiana, il Consiglio comunale presso la sala consiliare di via Zanardelli, per approvare anche una serie di debiti fuori bilancio. In apertura della seduta sono state esacerbate diverse interrogazioni e domande di attualità da parte dei consiglieri comunali all’Amministrazione: richieste e sollecitazioni sul tema “dividente demaniale” da aggiornare, inoltre, il Sindaco ha annunciato che stamattina sarebbe stato a un incontro a Bari con il sindaco Decaro e il presidente della provincia BAT, Giorgino, per cercare di porre rapida soluzione al blocco “burocratico” della struttura scolastica nella zona 167, come sollecitato in questi scorsi giorni da diversi consiglieri. Torna a chiedere la realizzazione di un manto erboso, anche sintetico, per lo stadio “L. Simeone” il consigliere comunale Grimaldi (Scelta popolare), cui ha dato risposta l’assessore alle Manutenzioni Ricatti, sostanzialmente sottolineando che i fondi necessari non ci sono, ma la candidatura a bandi e l’interesse dell’Amministrazione per risolvere la questione c’è. Il Sindaco inoltre ha comunicato il cambio di alcune deleghe assessorili in particolare per Annamaria Lacerenza che ha ricevuto i Servizi Sociali, tolti a Michele Lasala cui è tornata la delega alla Polizia Locale come nella scorsa amministrazione Cascella, per stessa richiesta degli assessori come riferito dallo stesso Sindaco. Questo ha fatto storcere il naso a diversi consiglieri di opposizione intervenuti a riguardo. Il consigliere Doronzo (Coalizione Civica) ha rincarato la dose ricordando il ritardo per la presentazione delle Linee Programmatiche dell’Amministrazione, ma subito il Sindaco ha risposto che queste sono state già redatte e saranno presentate in questi giorni nel prossimo Consiglio comunale.

Dobbiamo anche sottolineare che il sistema elettronico informatizzato nella nuova sala consiliare evidentemente non aiuta allo snellimento dei lavori, visto che spesso si è costretti ad interrompere la seduta o a dilungarsi; non è chiaro di chi sia la responsabilità, ma ciò non dovrebbe accadere. Come previsto, tutti i quattro debiti fuori bilancio (Riconoscimento e presa d’atto debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 772/2018 del Tribunale di Trani-sez. Lavoro. Avvocatura Comunale; Riconoscimento e presa d’atto debiti fuori bilancio derivante da sentenza n. 700/18 Avvocatura; Riconoscimento e presa d’atto debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 288/2018 del Giudice di Pace di Barletta-Avvocatura Comunale; art.194 d. lgs. 267/2000. Riconoscimento di legittimità e presa d’atto dei debiti fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 246/2018 del Giudice di Pace di Barletta) sono stati riconosciuti dalla massima assise cittadina con maggioranze più o meno larghe. In particolare, riguardo al contenzioso sui pagamenti per la scarsa manutenzione di strade e marciapiedi (di competenza della Bar.s.a.), il Primo cittadino è tornato a sollecitare le Commissioni consiliari a provvedere alla realizzazione di un Regolamento sui servizi del sottosuolo e sul ripristino del manto stradale così com’è stato trovato dalle aziende che troppo spesso intervengono su questo, aggravando la pericolosità delle strade. La consigliera Spinazzola, presidente della I Commissione, ha tenuto a confermare che già stanno lavorando a questo con la IV Commissione. Il consigliere Dipaola (Buona Politica) ha sottolineato la questione di cui ci siamo già occupati su queste pagine, cioè di porre attenzione al verde pubblico scegliendo qualità più idonee di alberi, e cioè quelle a radici meno superficiali in modo che queste non provochino danni al manto stradale o ai marciapiedi come spesso avviene. Tale discorso vale anche per la manutenzione dell’illuminazione pubblica spesso offuscata da piante troppo invadenti.

Il Sindaco ha ritirato la delibera riguardante la costruzione della nuova unità presso l’Istituto polivalente Fermi-Cassandro per sopraggiunte novità da discutersi all’interno delle Commissioni competenti. Si è passati alla mozione proposta dal consigliere Mennea (PD) riguardo la richiesta d’istituzione di una Task Force sul tema ambientale, ma dallo stesso ritirata. Tutto il gruppo consiliare del Partito Democratico ha chiesto con una mozione la convocazione di un consiglio monotematico sulla Bar.s.a., accolta, poi, da tutta l’assemblea; Cannito si è impegnato a discuterne nella metà di dicembre, dopo i consigli comunali relativi all’approvazione delle Linee di mandato (in questa settimana) e l’approvazione del Bilancio di previsione (entro la prima decade di dicembre). Infine è stata presentata una mozione dal gruppo consiliare del M5S per la partecipazione ad una gara di finanziamento ministeriale per le rievocazioni storiche, in questo caso la Disfida. Tuttavia, l’assessore Ciniero ha ricordato che l’Amministrazione aveva già manifestato interesse alcuni giorni prima rispetto alla presentazione della mozione. Questa è stata ritirata.